Home Suggerimenti e idee da sviluppare

Rilevatore temperatura supplementare

È essenziale che venga introdotto un rilevatore di temperatura. Le rilevazioni di temperatura fatte dalle valvole non sono significative soprattutto per ambienti grandi
28
28 voti

Completed · Ultimo Aggiornamento

«1

Commenti

  • modificato settembre 2019

    Buongiorno,

    sono un felice possessore di prodotti vado per la mia casa a due zone, vi scrivo per due proposte:

    1. Avete mai pensato di sviluppare come nuovo prodotto un semplice rilevatore di temperatura/umidità da disporre in ogni ambiente della casa cosi da poter avere una rilevazione maggiormente dettagliata delle condizioni ambientali domestiche? Potrebbe avere lo stesso design di tado termostato ma magari di dimensioni più compatte, farebbe solo lettura dei dati senza comandare elettrovalvole, caldaia o altro.

    Il tutto potrebbe finire con una presentazione grafica dei dati nell'app tado che rispecchi la mappa della casa.

    2. Si potrebbe avere nell'app vado un dato relativo alle ore di funzionamento della caldaia o comunque di stato di attività dell'impianto per ogni zona suddiviso in totale progressivo/mensile/quotidiano?

    Grazie per la vostra gentile attenzione,

    Saluti

    Filippo

  • JacopoJacopo
    modificato settembre 2019

    Voto per la prima opzione, anche se ho il sospetto che Tado abbia licenziato tutti gli ingegneri ed abbia mantenuto solo personale per fare assistenza/marketing (è più conveniente per loro consigliarti di acquistare un altro termostato che investire nel produrre un prodotto nuovo)

  • Serve assolutamente un rilevatore di temperatura
  • Effettivamente è strano vedere come delle semplici e piccole implementazioni manchino completamente, la politica commerciale Tado è davvero particolare e incomprensibile se raffrontata al modo di agire della concorrenza che spazia con svariati prodotti.

    O sono davvero cosi dritti di testa o "ghè fini i danee"!!

  • Condivido che sia necessario rendere disponibile un sensore esterno economico che non costringa a comprare un termostato intelligente per fare una cosa stupida come quella di sensore di temperatura
  • Concordo che sarebbe una cosa molto gradita e comoda.

  • qual é l'opinion di Tado? non siamo i primi a segnalare questa necessita'

  • Decisamente necessario, altrimenti la valvola termostatica in alcune situazioni (banalmente, termosifone nella nicchia sotto la finestra, o nelle stanze grandi) invece che essere un valore aggiunto è un danno.

  • Io ho esperienza con le valvole termostatiche normali (caleffi). Impostare una temperatura precisa non serve a niente in quanto c’è una dipendenza da innumerevoli fattori (posizione radiatore, grandezza stanza,etc). L’unica è fare delle prove ed impostare una temperatura che consenta di riscaldare la stanza secondo la nostra necessità.
    Nel mio caso ho una impostazione a 24 gradi sulla valvola ma nella stanza ce ne sono 20.
  • nel mio caso, ed in quello di altri utenti qui, le valvole "intelligenti" tado° a calorifero acceso rilevano 26°C o più quindi sostanzialmente il calorifero appena va a regime si spegne.

    tado° semplicemente se ne frega, meglio sviluppare funzioni utilissime quali qualità dell'aria.

    se hai realizzato una valvola malprogettata assoggettata dal calore prodotto dal calorifero, almeno compensa il problema via software con un offset dinamico sulla base del calorifero sia acceso o spento, ed invece no.

    a tado° non darò manco un altro € dopo che ne ho spesi 1000 tra termostato e valvole scadenti.

  • Buon giorno,

    panche io non sono molto soddisfatto delle valvole termostatiche.

    ho provato a farle lavorare separandole e creando zone di una stanza (è stato un disastro) e poi a riunirle a gruppi sempre più grandi per migliorare la lettura media ma non è servito a molto.

    mio pensiero simile a quello di qualcun altro di questo argomento : non si potrebbe aggiornare il software rendendo parametro utilizzabile anche l’acceso spento del termosifone e usandolo per rendere meno sensibile il sensore della testa?

    grazie

  • Ho fatto la sciocchezza di fidarmi di Tado visto che mi ero trovato benissimo con il solo termostato e ho preso ben 6 valvole..

    Impossibile gestire il riscaldamento in ogni stanza, purtroppo o per fortuna ho tutti i radiatori in delle nicchie e appena parte il riscaldamento la temperatura rilevata sale oltre 25 spegnendo il termosifone snche se la stanza è a 18º

    È INDISPENSABILE che Tado provveda il prima possibile alla commercializzazione di un sensore di temperatura wifi da abbinare alle valvole

    Sono MOLTO deluso
  • Concordo e mi associo alla richiesta della commercializzazione di un sensore di temperatura aggiuntivo
  • Mi associo, inoltre spero non sia come dice Jacopo. Ho iniziato da pochi giorni a provare tado, arrivo da azienda nel settore tecnologico/domotico e in pochi giorni da "entusiasta" del prodotto mi sto piano piano ricredendo. Oltre tutto non sono regalati questi oggettini smart. Non parliamo di oggetti da un valore dato da materia prima,hardware, non ha nessuna tecnologia costosa a bordo. pago un prodotto principalmente software, e come software non è eccezionale. Leggevo che è uno dei pochi con la geolocalizzazione...bene, ma ci sono problemi di base. Leggo lentezze incredibili nello sviluppo, che non funziona la programmazione se non c'è connessione o il cloud funzionante...e se domani tado fallisse e chiudesse i server, non posso usare nemmeno le programmazioni settimanali? Ho capito bene??

    Spero, mi auguro, che Tado possa migliorare i propri prodotti. Speriamo.

    Saluti
    Luca
  • modificato dicembre 2019

    Purtroppo stessa esperienza, il sistema può essere anche valido, ma se uno dei fattori principali che lo influenzano è la temperatura rilevata e quest'ultima viene rilevata male, diventa decisamente poco utile....

    Appartamento openspace con salotto e cucina in un'unico ambiente di 50mq e due caloriferi a colonna, temperatura rilevata dalle valvole 24 gradi, temperatura reale poco più di 18.

  • modificato dicembre 2019
    Per quello che ho potuto constatare, il sistema Tado con le teste elettroniche per le valvole nel complesso funziona e anche bene, a patto di avere dei sensori di temperatura in ogni stanza e qui sta il problema. Spendere 100 e passa € per ogni termostato quando non ce ne sarebbe bisogno.
    Per quanto riguarda le teste elettroniche, non credo siano mal progettate, il fatto è che è semplicemente impossibile (per quanto le si provi a isolare o a montare nella condizione più ideale possibile) che rilevino una temperatura corretta. Si potrebbe provare a correggere il problema via software ma difficilmente si otterrà una soluzione "dinamica", inoltre ricordo a tutti che le suddette teste "intelligenti" sono agganciate ad una valvola dove dentro scorre acqua calda, tempo poco e tutto il blocco scalderà rilevando temperature incongrue.
    Se Tado non vuole inserire dei sensori di temperatura economici da abbinare alle teste elettroniche è semplicemente perché vuole che si spendano tanti soldi per l'acquisto dei singoli termostati e state tranquilli che se lo voleva fare l'aveva già fatto prima di commercializzare il suo prodotto.
    Io ho dovuto prendere 4 termostati (5 stanze ma 2 sono praticamente accoppiate) e ora il sistema funziona impeccabilmente.

    Marco
  • Sono d'accordo con @Bismarck_84. Evidentemente a Tado non interessa venire incontro ai clienti. Ho visto che la stessa richiesta è stata fatta nel foum italiano, tedesco e inglese. E in nessun caso Tado ha risposto.

    Domanda: se invece di montare un termostato intelligente in ogni stanza si comprasse una semplice valvola, da lasciare appoggiata su un mobile nel punto in cui si vuole misurare la temperatura reale e assegnare a questa valvola il compito di fare da sensore di temperatura per quella stanza? La valvola si attiva anche se non è collegata al termosifone, giusto? In questo modo si spenderebbero 80€ a stanza (sempre troppi, ma meno degli oltre 100€ necessari per il termostato).

  • Ci avevo pensato...

    Ma tutto sommato, visto che sulla baia oramai si trovano i termostati anche a 70 / 75 / 80€ l'uno, direi che vale la pena prendere le scatolette che almeno leggono i decimali e hanno in più il sensore di umidità.

  • Confermo anch'io la necessità di un sensore esterno, possibilmente ad un prezzo accessibile (20/30€?), che misuri temperatura e magari l'umidità.
    Ci son molte soluzioni a quella cifra che utilizzano la tecnologia Wifi o Zigbee, e un dispositivo del genere non penso abbia nemmeno bisogno di troppa "logica" a bordo, ma può semplicemente riportare il proprio dato alla valvola di zona.

    @Bismarck_84 temo che purtroppo non funzioni come idea... Dai miei ricordi le testine devono fare una taratura sentendo la pressione di una valvola, e fino a quel momento risultano non configurate...
  • Ciao a tutti

    purtroppo ho lo stesso problema. Gli Smart Radiator arrivano a temperatura troppo velocemente e l'off-set non risolve propriamente il problema poiché anche da spento, quando la testa termostatica registra correttamente la temperatura, questa è sfalsata dall'off-set e quindi mi fa partire la caldaia nonostante la temperatura nella stanza non sia così bassa (esempio pratico: stanza impostata a 18 gradi, off-set impostato a -2 gradi quindi anche se nella stanza ce ne sono 19 l'off-set fa sentire alla valvola 17 gradi e quindi parte la caldaia).

    Purtroppo se questo problema non viene risolto con delle sonde wifi entro metà Gennaio o se lo staff di Tado non comunica l'intenzione di risolvere questo problema, sarò costretto a rimandare indietro 8 valvole e 2 termostati per rientrare nel tempo utile al rimborso.

  • Ho lo stesso problema le valvole vanno velocemente a 24 gradi e nella stanza forse arriva a 18 gradi

    urge un termometro aggiuntivo che misuri la temperatura delle stanza e corregga la temperatura alla valvola

    grazie

  • Buonasera!
    Confermo l’ASSOLUTA necessità di avere un rilevatore di temperatura a basso costo (nel mio caso non ho una caldaia da controllare con termostato avendo il riscaldamento centralizzato) per la rilevazione della temperatura in ambienti grandi indipendentemente dalle valvole termostatiche la cui misurazione è inficiata dalla vicinanza al termosifone stesso. Invito Tado, come già fatto da molti utenti, a provvedere alla commercializzazione di questo tipo di prodotto in modo da ovviare a questa problematica che rende il sistema poco efficiente!
    Grazie
  • Come molti ho notato che le valvole non riescono neppure lontanamente a misurare una temperatura almeno vicina a quella reale. A termosifone acceso la temperatura si discosta di diversi gradi... in sala, la stanza più grande della casa, ho risolto con un termostato aggiuntivo ma visto il prezzo non è pensabile metterne uno per stanza. Possibile che nessuno risponda ai commenti?

    personalmente ho sconsigliato a diversi questo sistema visti gli errori di misura

  • Se lo staff di Tado non risponde entro il 25 di Gennaio facendoci sapere se riparerà o meno a questo problema, rimanderò tutto indietro (8 teste e 2 termostati) e passerò a Netatmo o Nest (sperando che Nest sviluppi a breve teste termostatiche intelligenti)
  • Concordo, è decisamente prioritario che venga prodotto un sensore esterno. Anche io provvederò alla restituzione di quanto acquistato

  • Non capisco perché stiano evitando ogni richiesta. Chiedono consiglio e poi ti snobbano.

  • AndreaRMAndreaRM
    modificato 15 aprile
    Io ho aspettato i vari blackfriday e piano piano mi sono messo un termostato per ogni stanza... adesso ognuno agisce sul proprio termostato e si imposta la temperatura che più gli piace nella stanza, devo dire molto molto bello e confortevole!
    Non ve lo fanno perché vi vogliono vendere il termostato aggiuntivo, ovviamente... fatevelo da soli con IFTTT e un termometro qualsiasi compatibile con IFTTT
  • Finalmente tado ha implementato i termometri wireless, peccato per il prezzo esagerato... 79.99 come per le testine !

    https://www.tado.com/it-it/sensore-di-temperatura-wireless

    Comunque sempre meglio dei 129,99 dei termostati, che qualcuno usava come termometro, speriamo si riescano a trovare presto a meno, magari per il Black friday su amazon

    O che comunque propongano sconti per l'acquisto di più pezzi, a me ne servirebbero 4 per le stanza più grandi...

  • A parità di prezzo tanto vale comprare delle teste termostatiche e usarle, senza collegarle a un termosifone, come rilevatori di temperatura. Magari prima o poi uno può installarle su un termosifone, o come ricambio oppure per un'altra abitazione.

  • E' un vero peccato, non pretendevo di acquistarli a 20 euro come gli xiaomi, ma più di 50 euro non li spendo per un termometro (e sono già tanti)

    Per fortuna non ho situazioni impossibili da gestire con l'offset, ad un prezzo congruo li avrei comunque presi per non aver letture sballate con i termosifoni spenti.

    Rimane il fatto che a casa dei miei non potrò ancora passare a tado perchè da loro sarebbero indispensabili i termometri esterni avendo i copri caloriferi ovunque..

Accedi oppure Registrati per commentare.